Ecco, ci siamo, ci sentite da lì?

Durante l’ultimo viaggio in Argentina come tour leader, mentre stavamo nella Peninsula Valdes, in Patagonia, in barca per ammirare la meravigliosa Balena Franca, ho deciso di lanciare un piccolo concorso fotografico tra i presenti. La foto che vedete sopra è quella che si è aggiudicata il primo premio parimerito con quella sotto (mezza giornata di visita guidata a Berlino con me). Il tema era, appunto, la Balena Franca, che prontamente ha raggiunto la nostra barca insieme al suo cucciolo. L’emozione di vedere questi animali avvicinarsi alla barca con curiosità, giocare davanti ai nostri occhi, non si può proprio descrivere a … Continua a leggere Ecco, ci siamo, ci sentite da lì?

Camere di sorveglianza

Ho il piacere di annunciare che Jonathon Keats è di nuovo in città: oggi, venerdì 16 maggio siete tutti invitati all’opening del nuovo progetto, dalle 19 a Friedelstraße 29, in collaborazione sempre con team titanic. In questo nuovo progetto si usano pinhole come camere di sorveglianza non autorizzate per raccogliere immagini che saranno viste da persone che ancora non sono nate, tra cento anni. Potete prendere parte al progetto anche voi – intanto per maggiori informazioni andate qui.   Continua a leggere Camere di sorveglianza

Il muro e le pareti

Se non l’avete già fatto, vi consiglio di correre a vedere l’esposizioni di fotografie di Klaus Bädicker in corso nella sede della Volkshochschule di Mitte (Linienstr. 162). Il titolo è Wände/Wende (un gioco di parole tra la svolta, quella relativa alla caduta del muro, e le pareti) e ad essere ritratti sono i palazzi di Mitte, che negli ultimi 25 anni ha visto un cambiamento radicale del proprio volto. Un’occasione da non perdere per conoscere meglio la storia della città e conoscere cosa c’era dietro alle nuove facciate (come con le foto di Gerd Danigel, delle quali ho già parlato … Continua a leggere Il muro e le pareti

Le immagini senza tempo di Giampiero Assumma

Questo post non ha foto, eppure è pieno di foto bellissime, che, se avete la fortuna di stare a Berlino, entro il 16 novembre potete andare a vedere a Linienstrasse 145 presso imago fotokunst, altrimenti, dovrete andare sul sito http://www.giampieroassumma.com. In ogni caso non perdete l’occasione di conoscere le fotografie di Giampiero Assumma. Quelle esposte a Linienestrasse con il titolo “Transformations” sono alcune fotografie tratte dalle serie “Bodybuilders” e “Criminal Lunatic Asylum”, queste ultime scattate nei manicomi criminali italiani (o, come si dice ora senza che la realtà sia molto cambiata, gli ospedali psichiatrici giudiziari, gli OPG – perché le … Continua a leggere Le immagini senza tempo di Giampiero Assumma

Il Muro e i nuovi muri

Inevitabilmente chi pensa all’assurdità del muro di Berlino si trova a fare i conti con i nuovi muri che vengono costruiti nel mondo (per esempio quelli Bagdad, Belfast, Tijuana, Israele), come se fosse la prima volta. Ora una bella mostra gratuita sul retro della sempre più imbrattata east side gallery espone, sul corpo di cemento di quello che fu il muro di berlino, le immagini dei nuovi muri, fotografati da Kai Wiedenhöfer. La prima foto, ovviamente, è dedicata proprio al muro di Berlino, così immagini vecchie e nuove si sovrappongono, restituendo l’idea che non si possono fare distinzioni. In alcuni … Continua a leggere Il Muro e i nuovi muri

Margaret Bourke- White al Martin Gropius Bau

Ancora fino al 14 aprile c’è tempo per una bellissima mostra di fotografia al Martin Gropius Bau: “Margaret Bourke-White. Fotografien 1930 – 1945”. In ognuno degli ambiti con i quali si è cimentata, la Bourke-White ha prodotto dei capolavori, oltre che delle testimonianze storiche incredibili. Fotografa per “Fortune” e per “Life” (sua la copertina del primo numero che lanciò la rivista nel 1936), è stata testimone dei maggiori eventi mondiali del primo Novecento: l’invasione tedesca in Russia, i bombardamenti americani sulla Germania, la guerra in Corea, la liberazione dei prigionieri a Buchenwald. Nella mostra si trovano varie sfaccettature, dalle alle … Continua a leggere Margaret Bourke- White al Martin Gropius Bau

Gertrud Arndt al bauhaus archiv

Il museo dell’archivio bauhaus è un posto che di per sé mette gioia, così come tutte le creazioni del bauhaus. Inevitabilmente mi trovo a pensare che deve essere stato bello conoscerne dal vivo i rappresentanti. Non ultima Gertrud Arndt, alla quale è dedicata l’attuale mostra temporanea che affianca la collezione permanente. La mostra è parte di una serie dedicata alla riscoperta delle protagoniste femminili del bauhaus. Tra le tante forti innovazioni che portò Gropius, c’era infatti il proposito di una assoluta parità tra gli studenti, a prescindere dal sesso o dalla religione. Una parità che fuori, nella società, era ancora … Continua a leggere Gertrud Arndt al bauhaus archiv

Dalla Street Art alla Siria

Talvolta un solo dettaglio riesce a schiudere la realtà più di un quadro articolato. Quel dettaglio può essere un galleggiante di quelli che si usano per imparare a nuotare o per fare esercizio in piscina, vicino a un camion bruciato e una grata di un terrazzo caduta giù, sotto un palazzo bombardato. È uno dei dettagli che mi sono saltati agli occhi in una foto di Just, al secolo Boris Niehaus, artista berlinese che è andato in trasferta in Siria, per la prima volta in una zona di guerra, a raccontare con le foto e le lettere quello che aveva … Continua a leggere Dalla Street Art alla Siria

Il trasloco del C/O e una nuova ombra su Oranienburger Straße

Da tempo si sapeva che il C/O stava cercando una nuova sede.  Ora l’annuncio è ufficiale: il trasloco avverrà nell’autunno del 2013 e la nuova sede, almeno per i prossimi 16 anni previsti dal contratto, non sarà più a Mitte ma a Charlottenburg, più precisamente vicino alla stazione Zoo, nell’Amerika Haus, che sarà rinnovato nel frattempo, con il fine di riportarlo alla forma originale. Una bella notizia per il C/O che organizza importanti mostre di fotografia e nella nuova sede sarà vicino alla Helmut Newton Stiftung. Una brutta notizia per Mitte. Tanto più che il futuro dell’edificio che ospita attualmente … Continua a leggere Il trasloco del C/O e una nuova ombra su Oranienburger Straße