Viaggio in Iran / 4 Yazd, ghiacciaie nel deserto, torri del vento, torri del silenzio, caravanserragli e piccionaie

A luglio l’UNESCO dovrà decidere se inserire Yazd tra i patrimoni dell’Umanità. E spero proprio che lo faccia. Perché Yazd è una città straordinaria ed estremamente ben curata. (aggiornamento: l’UNESCO ha inserito Yazd tra i patrimoni dell’Umanità nel luglio 2017.) … Continua a leggere Viaggio in Iran / 4 Yazd, ghiacciaie nel deserto, torri del vento, torri del silenzio, caravanserragli e piccionaie

La Uferpromenade e l’importanza della buona politica

Le Uferpromenade tra Monbijou e Tucholskystraße, ovvero uno dei posti più belli di Berlino dal quale ammirare la punta dell’Isola dei Musei con la cupola del Bode e dietro la Torre di Alex, ha riaperto dopo breve chiusura per restauro. Il restauro è legato al vastoprogetto di ristrutturazione del grande lotto di palazzi alle sue spalle (e speriamo che anche qui il cortile resti pubblico e accessibile come promesso), noto come Forum Museumsinsel. Appena riaperto si è subito popolato di turisti e berlinesi, coppiette sulle panchine e jogger in allenamento. La passeggiata lungo il fiume da Alex fino a Hauptbahnhof … Continua a leggere La Uferpromenade e l’importanza della buona politica

Conoscete Memi?

L’avete sicuramente visto tutti. Perché Memi è in pieno centro. A due passi dall’Isola dei Musei e giusto attaccato a Alexanderplatz. La Berliner Zeitung ne racconta la storia in un sito che si chiama “molto più che una casa”. E in effetti è proprio così. Il nome viene dal diminutivo dell’indirizzo, nella Memhardstraße. È stato costruito nel 1984 nella DDR, poco prima che il muro cadesse. All’epoca ci vivevano persone importanti nella DDR, compresi professori universitari, ministri e persino la figlia del capo della Stasi, Mielke. Poi hanno scelto altri lidi e qui sono venute prostitute e spacciatori. Infine, oggi, … Continua a leggere Conoscete Memi?

Il Castello Sans Souci a Potsdam

Come arrivare a Potsdam con una bellissima pedalata, l’ho già spiegato qui. Nel tragitto potete anche vedere Cecilienhof o portare il cane al lago. E una volta che siete arrivati non potete non andare a Sans Souci, la residenza estiva voluta e in gran parte progettata da Federico II. Dentro il parco le bici sono ammesse in maniera molto limitata (in parte giustamente ma in parte bisogna dire che Potsdam sta migliorando tantissimo ma a mio giudizio è ancora una città molto poco ciclabile). Nel parco è vietato condurre le bici anche a mano.  Sostanzialmente o lasciate la bici a … Continua a leggere Il Castello Sans Souci a Potsdam

La necessità di buona architettura

Il 27 agosto 1965 moriva Le Corbusier (per sapere di più della sua Unità d’abitazione berlinese, andate qui; per una intervista a Jean-Louis Cohen su Corbu, vi rimando qui) e la radio culturale tedesca oggi dedica la giornata a Le Corbusier, a cinquanta anni dalla sua morte e trovate in podcast (se capite il tedesco) una interessantissima intervista a Hans Kollhoff. Racconta la sua nascita nella parte orientale della Germania, il passaggio prima a Berlino, nel quartiere Gesundbrunnen, poi in Baviera. Un immigrato protestante e “Ossi” in terra cattolica, che si impegna per emergere – come tanti emigranti dell’epoca, dice, … Continua a leggere La necessità di buona architettura

Una gita a Amburgo /3 Hafencity e Speicherstadt

Una esperienza imperdibile a Amburgo è un giro del porto – riconoscerete presto la voce di marinai di diverse compagnie che invitano alla Große Hafenrundfahrt con una specie di canto. Una escursione in barca che merita assolutamente di essere fatta, con la tradizionale barca con un mulino, oppure con una barca normale. In ogni caso non perdete la nuova zona del porto, con la Elbphilharmonie e le incredibili architetture sorte negli ultimi anni. L’unico difetto del nuovo Hefencity quartiere è la inaccessibilità per via dei prezzi altissimi. Ma se siete qui da turisti, vedrete solo il lato bello della faccenda. … Continua a leggere Una gita a Amburgo /3 Hafencity e Speicherstadt