Harz 4 / Elisir, AufpASSEn e residui di DDR

A Schierke noterete chiaramente che siete passati nell’ex DDR.

Harz 155 Schierke
Streghe socialiste.

Strani supermercati. Case a graticcio con scritte in gotico che inneggiano al lavoro in perfetto stile socialista.

NP. Altro che Netto.
NP. Altro che Netto.

Ma soprattutto Schierke il paese dello Schierker Feuerstein, un amaro gustoso inventato un secolo fa e inizialmente venduto nella farmacia che vedete qui sotto (ora lo trovate anche nei supermercati berlinesi). Non esagerate o vedrete veramente ballare le streghe (considerando che questa è anche la patria della Hasseröder, una buona birra prodotta nella regione, anch’essa disponibile a Berlino).

Harz 157 Schierker Feuerstein

Smaltito lo Schierker Feuerstein si riprende il cammino nello Unterharz. Si incrocia la cascata di Königshutte e altri panorami notevoli.

Harz 181Königshütte

Ma lungo il cammino sullo Hexen-Stieg non si trovano solamente alcuni dei punti con i timbri per marchiare le vostre tappe e tenere ricordo dell’impresa (gli Harzer Wanderstempel sono 222 in tutto ma potete collezionarli in vari anni, se girate tutto lo Harz). Né solamente i cartelli ufficiali che vi guidano dandovi distanze e direzioni.

Harz 184

Un po’ ovunque lungo il cammino qualcuno ha disseminato anche dei piccoli triangoli di legno con scritto “AufpASSEn”. Aufpassen in tedesco significa “fare attenzione a”, nel senso di essere prudenti. Asse è una ex-miniera di sale, in Bassa Sassonia, poco lontano da qui e da Wolfenbüttel. Da 1965 al 1978 è stata usata come deposito sperimentale per residui radioattivi. Nel 2007 ne è stata chiesta la chiusura definitiva. Dal 2010 c’è un piano per il recupero dei rifiuti stoccati (che costa circa 4 miliardi di euro). Perché ovviamente perdono, inquinano e l’esperimento di stoccarli non ha funzionato (se qualcuno avesse ancora idea che l’energia atomica è pulita).

Harz 195aufpassen

La Germania ha deciso fortunatamente di uscire dalla produzione di energia atomica entro il 2022. Ma il problema dei rifiuti durerà ancora molto a lungo.

Un tempo invece da queste parti si estraevano parecchie rocce e ora si vedono colline create dai rifiuti delle estrazioni. Innocui, questi. E pure pittoreschi.

Harz 193 Abraumberge

Mentre riflettete sull’influsso umano sull’ambiente, continuate a capire che anche rispetto allo sfruttamento del turismo c’è ancora una certa differenza tra i paesini dell’ovest e quelli dell’est. A Königshutte, per esempio, non c’è stato modo di trovare da mangiare. C’erano solo due punti ristoro, chiusi lo stesso giorno e nessuna possibilità di comprare del cibo per pranzo, se siete qui a metà percorso di giornata.

Se incontrate uno dei 600 abitanti del paese è possibile che gentilmente vi offra un passaggio in macchina al paese vicino per fare rifornimento – ma per una Wanderung una deviazione del genere non è il massimo. Per questo tra le poche cose che metterete nello zaino, consiglio di non dimenticare delle noci (il salvifico Studentenfutter) e la consueta bottiglia d’acqua.

Harz 203Rübeland

A Rübeland (1400 abitanti), che vi apparirà in basso, in una stretta valle, il tempo sembra essere completamente fermo. Ci si aspetta di ricevere il resto in marchi dell’est. L’hotel è un hotel ma si capisce bene che è ben diverso da un hotel come siete abituati a concepirlo.

La fine del giro, a Thale, è vicina. I timbri si moltiplicano. Ma vale la pena di pensare a qualche tappa ulteriore, come Wernigrode e Quedlinburg, che possono essere raggiunti con i mezzi pubblici, per allontanarsi dalla vita peregrina in maniera progressiva.

(continua)

Annunci

Un pensiero su “Harz 4 / Elisir, AufpASSEn e residui di DDR

  1. Grazie per la descrizione della tua ‘Wanderung’, così imparo che Fachwerkhaus in italiano si chiama casa a graticcio. Il famoso Studentenfutter era snack dei più danarosi, che appunto potevano permettersi di studiare e che dopo una notte di bagordi con eccesso di alcool o chissà di Schierker Feuerstein pensavano che le mandorle in particolare dello Studentenfutter potessero essere d’aiuto. In ogni caso ti danno una botta di energia e utilissima per la tua passeggiata. Buona continuazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...