L’ex carcere centrale della Stasi (Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen)

C’è un posto interessantissimo a Berlino che ancora pochi italiani conoscono e visitano: la Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen, ovvero la ex prigione centrale della Stasi.  Un luogo carico di storia e storie.

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen

Originariamente cucina dell’Istituto per l’Assistenza pubblica popolare del partito nazionalsocialista, l’edificio, scampato alle bombe, venne occupato dai sovietici nel maggio 1945 e usato come campo di raccolta per circa 20.000 prigionieri. Successivamente, nelle cantine della ex-cucina, sorse il carcere preventivo sovietico centrale.

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen UB1

Veglie forzate, estenuanti interrogatori notturni, violenze fisiche e torture psicologiche dovevano convincere i prigionieri a firmare confessioni già scritte. Per essere reclusi bastava il sospetto di aver aderito al nazismo o più semplicemente l’opposizione al regime comunista sovietico, o il non essere “fedeli alla linea”.

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen UB2

Dopo la fondazione della DDR nell’ottobre 1949 e, pochi mesi dopo, della Stasi (febbraio 1950) la prigione sotterranea passò nelle mani del Ministero per la Sicurezza dello Stato (Ministerium für Staatssicherheit, MfS). A finire in carcere sono sempre gli oppositori a Est (ma anche a Ovest), gli operai dello sciopero del 17 giugno 1953, fino ai testimoni di geova (considerati spie americane).

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen 2

La ex-cantina non basta più: alle fine degli anni 50 ai detenuti del vicino campo di lavoro viene fatta erigere una nuova prigione con 106 celle, e 120 uffici, quasi tutti per gli interrogatori.

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen 7

I detenuti che arrivano a Hohenschönhausen con i furgoni usati solitamente per il trasporto di generi alimentari, non sanno dove sono. Le condizioni fisiche migliorano (anche se non mancano celle punitive): la nuova arma per gli interrogatori si chiama “psicologia operativa”.

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen 1

A finire in carcere ora sono soprattutto persone che cercano di fuggire a ovest, passare oltre il muro.

La prima cosa che vi chiederete è se “Le vite degli altri”, nel quale appare un carcere della Stasi (nella DDR ce n’erano 17, tutti controllati da quello di Hohenschönhausen) è stato girato qui. La risposta è no – e chi è stato prigioniero qui non ha esperienza di agenti della Stasi dal cuore d’oro. Però qui, fuor di finzione, sentirete addiruttura l’odore della DDR.

Una stanza per interrogatori, il detenuto stava sullo sgabello
Una stanza per interrogatori, il detenuto stava sullo sgabello

Per chi vuole conoscere meglio la storia di Berlino, senza fermarsi alla superficie, o per chi vuole riflettere sul controllo dei cittadini da parte di servizi segreti, in ogni dove e in ogni epoca, una visita da non perdere. Molto raccomandata anche alle scolaresche in gita scolastica a Berlino.

La stanza del giudice
La stanza del giudice

Il memoriale può essere visitato solo con una visita guidata, inclusa nel prezzo del biglietto (intero 5 euro / ridotto 2,5 euro / scolari 1 euro). Una mostra permanente è visitabile gratuitamente fino alle 18.

A condurre le visite (in tedesco) sono spesso degli ex- prigionieri. Dalle 9 alle 16, ogni ora, è possibile prendere parte a una visita guidata in tedesco. Prenotando con almeno due settimane di anticipo, tuttavia, potete richiedere una visita in italiano o in qualsiasi altra lingua (qui per prenotare online).

Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen 6

(E potreste ritrovarvi me come guida, che da questa primavera sono felice di collaborare con la Stiftung Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen come referente per i visitatori italiani e francofoni – se avete problemi con la prenotazione, dunque, non esitate a scrivermi!).

Per raggiungere l’ex-carcere della Stasi potete prendere il tram da Alexanderplatz o dalla S-Landsberger Allee (Ring): il tram M5 fino a “Freienwalderstr.” o il tram M6 fino a “Genslerstr.” [qui la mappa]

porta di una
Porta di una “Gummizelle”

Se poi dopo la visita volete vedere qualcosa di bello, la Villa Lemke è lì vicino, anche se sembra (ed è) tutto un altro mondo.

Annunci

10 pensieri su “L’ex carcere centrale della Stasi (Gedenkstätte Berlin-Hohenschönhausen)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...