Quel che resta del Tacheles (e dintorni)

Tanta fretta a sgomberare e poi la rovina del Tacheles è lì, ferma, triste come un monito contro la banalità. Come si addice al suo nome parla chiaro e va dritto al punto: tacheles redet. A due passi il Postfuhramt non ospita più la migliore galleria fotografica di Berlino ma, nascosto sotto le impalcature, cova un palazzo privato.

Un foto scattata nel cortile del Tachles nel 2012
Un foto scattata nel cortile del Tachles nel 2012

Poco oltre un grande lotto di tanti palazzi, giusto vicino al Bode Museum, è in corso di restauro – e si spera che la promessa di lasciare aperto al pubblico e fruibile il cortile venga mantenuta, che l’isolato si animi di persone e non solo di impiegati in pausa sigaretta e banali caffè senz’anima.

tacheles2012 2Di là dalla strada Dada Falafel è diventato un insopportabile posto leccato e volgare, buono solo per i turisti che ancora seguono la Lonely Planet come il Vangelo. Mentre resiste lo Zosch, invaso a ondate dai ragazzini del Goethe Institut ma ancora piuttosto autentico.

tacheles2012 3Eppure per chi ha visto Mitte cambiare volto negli ultimi anni e seppure spaesato ha ancora solo pochi posti da riconoscere come Stammtisch, l’alternativa non possono essere i bar di Neukölln che imitano i vecchi bar di Mitte. Un originale sbiadito è comunque meglio della copia.

Le scale ricoperte di graffiti del Tacheles, sempre nel 2012
Le scale ricoperte di graffiti del Tacheles, sempre nel 2012

È forse per questo che gli artisti del Tacheles non sono andati a Neukölln ma a Marzahn. Se la scelta deve essere un posto popolare e ancora rude non può essere un posto inventato da giovani hipster senza fantasia appena sbarcati in città.

tacheles2012 5Beilsteiner Straße, la cosiddetta Alte Börse Marzahn. Un terreno dove sono passate mucche, prigionieri e militari. Due grosse costruzioni dell’epoca della DDR verranno trasformate in “Kunstbaracken”. Forse è stato un caso, forse è l’unica zona che hanno trovato.

tacheles2012 6Eppure a me sembra una buona idea. Mentre nell’ex Berlino Est nei quartieri periferici si costruiscono campi per i profughi e nei quartieri “buoni” (Prenzlingen e dintorni) si insediano single e famigliole benestanti, gli artisti del Tacheles hanno individuato forse la zona perfetta per continuare a tacheles reden.

"io non faccio errori"
“io non faccio errori”

Come mostrerò in un post successivo, persino la faccia sorridente di Prost, che vedete qui sotto ritratta nel 2012, fuori dal Tacheles abbandonato ha perso il sorriso.

tacheles2012 8Per la bella stagione sarà sicuramente un posto da frequentare, la Alte Börse Marzahn. Intanto, vi racconterò i piani per il vecchio e il nuovo Tacheles: un “inevitabile confronto” per capire meglio quali anime si agitano nella città.

Un'ultima foto delle scale affrescate del vecchio Tacheles, nel 2012.
Un’ultima foto delle scale affrescate del vecchio Tacheles, nel 2012.

(continua)

Annunci

9 pensieri su “Quel che resta del Tacheles (e dintorni)

  1. Infatti mi chiedevo perché e per come, ma non immaginavo fosse in programma un dove 😉
    Abbasso Lonely Planet, viva Berlino101!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...