Ristrutturare per demolire il fanatismo

Che ci fa un camion pieno di detriti davanti alla Volksbühne, il celebre teatro a Rosa-Luxemburg-Platz? In una città piena di cantieri e in un centro di città che continua a mettersi in gran spolvero ristrutturando, risanando e rinnovando, niente di nuovo. Ma questo deve essere un lavoro speciale se una pensilina consente di salire a osservare il contenuto del camion.

Gregor Schneider 1

Quindi val la pena salire sulla pensilina – e sì, sono proprio detriti e macerie di un appartamento ristrutturato in maniera radicale.

Ma non è un appartamento qualsiasi.

Gregor Schneider 2A portare lì le macerie è stato Gregor Schneider, un artista che si occupa spesso di stanze e luoghi particolari.

E le macerie vengono da una casa di Odenkirchener Straße 202 a Mönchengladbach-Rheydt. Un indirizzo tutt’altro che neutrale. Si tratta infatti del luogo di nascita Joseph Goebbels, ministro della propaganda di Hitler e ideatore, tra l’altro, della notte dei cristalli, il 9 novembre 1938.

Gregor Schneider 3

Fino al 2013 era un luogo di pellegrinaggio di neonazisti, che deponevano fiori davanti alla porta. La casa era di proprietà di una famiglia che l’aveva mantenuta come era all’epoca del più famigerato abitante.

Poi è stata acquistata da Schneider, unico interessato all’oggetto, e artefice della demolizione, a seguito della quale è rimasta solo la struttura portante e due container di macerie.

Gregor Schneider 4

Il primo è stato portato da Schneider a Varsavia. Il secondo a Berlino. Le due sole città disposte ad accogliere questo pesantissimo materiale prima della completa distruzione. Il titolo dell’opera è “Unsubscribe”, con l’invito a prendere congedo una volta per tutte da questa persona e da tutto quanto le pertiene.

A mai più, si spera.

Annunci

2 pensieri su “Ristrutturare per demolire il fanatismo

    1. A Roma vivevo in un quartiere tappezzato di svastiche e lodi al fascismo… e in Etiopia ho sentito italiani dire “senza di noi non avrebbero avuto niente scuole” (sì, gas compreso).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...