Libri da asporto (distributori automatici parte 2a)

Visto che recentemente avevo parlato dei distributori automatici di camere d’aria, è giusto portare le prove anche di questo:

Lesestoff1Un distributore automatico di libri sulla banchina della U8 a Alexanderplatz.

Letteralmente si chiama “Lesestoff to go”, ovvero “roba da leggere a portar via”. Snack letterari per combattere la noia in metropolitana. I titoli presenti sono vari: da best seller di qualità agli immancabili krimi (polizieschi-gialli) e ovviamente libri per bambini, che sembrano molto richiesti, visto che sono rimaste poche copie (mica male un bambino che fa i capricci perché vuole assolutamente un libro).

Lesestoff2Il costo varia da 1 a 10 euro e si tratta di un progetto pilota: se la cosa funziona vedremo apparire molti più distributori.

Li vedrei molto bene nelle sale d’attesa degli aeroporti, soprattutto in quelle un po’ sfortunate delle low cost. Negli uffici con lunghe file. Negli ospedali. Nei villaggi turistici.

Ci sono tutti i vantaggi: i libri non scadono, se va via la luce non si guastano, non fanno ingrassare e non nuocciono alla salute. E dopo averli usati potete anche rimetterli in circolo).

Che aspettiamo a copiare questa idea in Italia?

 

Annunci

6 pensieri su “Libri da asporto (distributori automatici parte 2a)

  1. L’avevo notato questo distributore, ed è bellissimo!
    Sì, dovrebbe comparire in molti luoghi pubblici strategici, con forte pericolo di annoiarsi – anche in Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...