Tornare

Tornare da un viaggio, che è durato troppo poco rispetto a quanto avrei voluto stando lì, eppure è sembrato lungo mesi e mesi. Tante ore di aereo, riposizionare l’orologio e cominciare a lottare con il sonno e la veglia scoordinati.

Tornare a casa, a Berlino (1).

Il Forte Amber in Rajasthan
Il Forte Amber in Rajasthan

E visto che prima di partire ho citato Hesse – “Dall’India” (“Aus Indien” nell’originale), tradotto da Simona Vigezzi per Garzanti – affiderò ancora a lui per il rientro.

Nelle stessa raccolta, “Davanti a Colombo” conclude il resoconto prima del ritorno a casa.

Nella luce verde si spegne il calore del giorno,

calma procede e s’arresta la nave nell’urto dell’onda.

Così calmo e sicuro attraversare il mondo,

imperturbato guardare nel buio e nella lotta,

era lo scopo del viaggio, ma non l’ho imparato.

Ora, mentre aspetto, mi rivolgo verso casa,

inteso alle vicende di altri giorni,

curioso della vita e del suo male.

 

Per me non c’è pace né orbita fissa,

io sono l’onda, sono la barca oscillante

che ogni tempesta scuote nel profondo,

che ogni vento ferisce e sconvolge.

Così, sono arrivato ai tropici remoti,

solo me stesso ho trovato e ritorno

con la mia vecchia smania vagabonda,

avido di dolore e di piacere,

disposto a nuovi giochi e nuove lotte,

non guarito da tutte le avventure.

Della terra son figlio, non degli astri,

d’animo inquieti, mosso da ogni vento,

mi culla il mare e mi desta la burrasca,

mi conforta la luce e mi spaventa la notte.

E anche se cento volte nella vita

Ho invocato saggezza e chiesto pace

È di segno terrestre il mio destino,

e io sempre sarò simile a mia madre. (2)

L'alba sul Gange, a Varanasi
L’alba sul Gange, a Varanasi

 

(1) Compilando i moduli per i visti di ingresso in Nepal, uscita dall’India, etc, ogni volta specificare nazionalità e passaporto e pensare: se prendo la nazionalità tedesca come sarà? Se saranno due come sarà? E rispondere che quello che vorrei scrivere è “nazionalità: europea”.

(2) Considerando che mia madre, ancora giovanissima, sognava di viaggiare e trasferirsi nell’emisfero opposto al paesino in cui stava, devo sottoscrivere quest’ultima frase.

 

Annunci

12 pensieri su “Tornare

  1. Ben tornata! Sentirsi europei, sentirsi a casa, non voler tornare, essere cittadini del mondo, trovarsi sempre lontani da casa.. Viaggiare con l’immaginazione, sognare di viaggiare, sperare.. Una costante avventura la vita.
    Ben tornata te l’ho già detto? Bene.

      1. … anche l’Indonesia? 🙂

        ne hai scritto qualcosa?

        leggerei volentieri.

        racconterai anche dell’India?

        io ci vorrei tornare il mese prossimo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...