Quattro mele, supermercati e drogherie

Recentemente ho letto un altro piccolo romanzo di David Wagner (del suo “Leben” ho parlato già qui), “Vier Äpfel”, ovvero “Quattro mele”. Tutto ha inizio con un uomo che va a fare la spesa al supermercato, prende quattro mele, le pesa e sono esattamente 1 kg. La strana coincidenza mette in moto tutta una serie di riflessioni e confessioni, svolta sempre tra i corridoio del supermercato, sognando l’incontro con la donna dei sogni, che spinge un carrello con lo stesso identico contenuto del proprio.

Merheineke Markthalle
Un’alternativa al supermercato: i mercati coperti (qui la Marheineke Markthalle)

Una delle cose che amo fare quando viaggio è proprio visitare i supermercati del paese in cui mi trovo. Luoghi indispensabili e usuali, dove si incontrano tante vite, e vite reali, fatte di dispense da riempire, pizze surgelate per superare la solitudine (o punirsi nella solitudine: Wagner scherza dicendo che la “Tiefgefrorene Pizza” è “Tieftraurig”, profondamente triste…), sguardi ricambiati, liste della spesa abbandonate (dopo le carte da gioco ho iniziato a raccogliere anche queste), genitori indaffarati e single indugianti. E le facce strane di notte, poco prima che il supermercato chiuda (in genere non prima delle 23) o la domenica mattina nei pochi di turno.

Quindi questo libro non poteva non incantarmi.

Ancora una valida alternativa: la spesa in uno dei tanti mercati settimanali all’aperto
Ancora una valida alternativa: la spesa in uno dei tanti mercati settimanali all’aperto

Vi si trovano poi scoperte interessanti, come quella su un supermercato da qualche parte nel mondo che consente di legare un fiocco al proprio carrello se si è single in cerca dell’anima gemella. I cambiamenti storici dei supermercati (e ricordare improvvisamente come si restituiva lo Pfand la prima volta che ero quassù). E, finalmente, la spiegazione del perché esistono le drogherie in Germania e perché hanno tanto successo (e può capitare di rendersi contemporaneamente conto che ormai si è germanizzati anche in questo…).

Un microcosmo incantato, che aiutiamo a comporre senza rendercene conto.

Markt Kollwitz

 

Annunci

5 pensieri su “Quattro mele, supermercati e drogherie

  1. Domanda: l’hai letto in tedesco? Sembra interessante e curioso 🙂 Sai che noi abbiamo un libro che raccoglie liste della spesa trovate dall’autrice? I supermercati mostrano la vera anima di una città..

    1. Sì, al momento non conosco traduzioni (e sono stufa di proporle inutilmente agli editori italiani). Interessante il libro sulle liste della spesa! Io trovo spesso quelle di qualcuno che scrive h2o, per esempio…

      1. Ho avuto una coinquilina studentessa di chimica che così segnava le bollette dell’acqua sul calendario!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...