Le mucche felici (e vanitose) delle dighe del Nord

Recentemente circolava in rete un video bellissimo sulla storia di una piccola fattoria vicino Colonia, per la quale non era più fruttuoso continuare a vendere il latte delle proprie mucche e avrebbe dovuto quindi mandare le mucche al macello (sicuramente un caso non raro). Tuttavia i proprietari non hanno voluto arrendersi all’idea di mandare a morire gli animali e hanno lanciato una raccolta fondi per permettere agli animali di continuare a vivere anche se “improduttivi”.

Per pubblicizzare la cosa hanno dovuto semplicemente riprendere questi animali meravigliosi nel momento in cui, dopo l’inverno in stalla, vengono liberati di nuovo nei campi.

E saltano di gioia e corrono.

Ethiopia, presso i Felasha
Ethiopia, presso i Felasha

Non so se vi siate mai avvicinati a uno di questi animali. Io non resisto, dovunque mi trovi nel mondo, che sia un mercato in Indonesia o un vitellino etiope.

(E non sto parlando dell’assurda corsa di Pamplona e dello spettacolo inutile e violento in cui soffrono insieme tori e persone – non mi interessano le prove di coraggio con animali pericolosi: trovo molto più emozionante l’interazione pacifica con animali non pericolosi)

Perché vedere il muso che cerca le carezze e sentirsi osservati da quegli occhi è una esperienza bellissima.

E ogni volta che mi trovo sulle meravigliose dighe verdi sul mare del Nord spero di incontrare le mucche che vi pascolano contribuendo così al mantenimento della diga stessa, calpestando la terra e tagliando l’erba.

Mucche frisone vicino a una diga sul Mare del Nord, in Bassa Sassonia

La prima volta non nascondo che ebbi un po’ paura. Io in bici tra questi animali così grossi che, lungi dal fuggire spaventati al passaggio, piuttosto sono capaci di accorrere incuriositi? Ma da subito la paura è passata, di fronte alla loro bonaria curiosità, e alla libera iniziativa di una mucca che, quando mi fermai a riposare e ammirare il mare su una panchina, approfittò per leccare il manubrio della mia bici, evidentemente un po’ salato…

Ma tra tutte il premio lo vincono queste mucche che ho incontrato sull’isola di Hooge, una delle Halligen (ne parlerò presto, si tratta di una meraviglia in sé). I proprietari hanno istallato un geniale attrezzo con delle spazzole che permette agli animali di spazzolarsi da soli. Cosa che facevano evidentemente con grande soddisfazione.

2013.08 HoogeKuh12013.08 HoogeKuh22013.08 HoogeKuh3 2013.08 HoogeKuh5

 

Annunci

7 pensieri su “Le mucche felici (e vanitose) delle dighe del Nord

  1. Ahahah ma che belle, lucidissime, si vede che ci tengono ad essere fotografate in ordine 😉 Io ultimamente ho a che fare con un po’ di vegani, chissà cosa direbbero delle mucche che se non possono dare latte devono dare carne…

    1. Racconta ai vegani la storia delle mucche di Colonia e adotteranno le ultime che ancora aspettano “benefattori” che le salvino dal macello! 😉 E portali a fare un gita sul Mare del Nord…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...