Come nascono i laghi di Berlino?

Mentre nuotavo placidamente nel Weissensee riflettendo sul fatto che pochi mesi fa avevo giusto passeggiato sulla sua superficie, mi sono sentita chiedere “ma come è nato questo lago? Da dove viene quest’acqua?”. Qui, infatti, è chiaro che non si tratta dell’apporto di qualche fiume: il lago se ne sta in sé conchiuso, sebbene vicino si trovino altri specchi d’acqua, come lo Obersee, lo Orankesee, il Fauler See (che però è stato collegato alla Panke con un piccolo canale) e altri piccoli laghi.

Dunque?

Tutti questi specchi d’acqua hanno origine tra 20.000 e 10.000 anni fa, alla fine di una glaciazione, quando i ghiacciai che ricoprivano questa zona si andavano ritirando. Questa zona è parte della “Barnimplatte” una morena piatta che si estendeva tra la Spree, lo Havel, la valle glaciale di Eberswald, lo Oderbruch e il “rotes Luch”.

L’acqua originaria è dunque quella dei ghiacciai in scioglimento, che si è raccolta nelle cavità della morena, quando le temperature aumentarono.

Scene di ordinario relax 20.000 anni dopo la glaciazione
Scene di ordinario relax 20.000 anni dopo la glaciazione

Servirà questa spiegazione a convincere gli scettici a vincere il ricordo delle acque cristalline del Mare Nostrum e approfittate dei laghi berlinesi?

Non so. Però in queste meravigliose giornate di caldo è difficile non cedere al piacere rinfrescante di una nuotata e io, che per lungo tempo ho evitato la balneazione lacustre berlinese, ho ripensato oggi alle parole di un amico tedesco, al quale tempo fa obiettai che trovavo strano che loro facessero il bagno nei laghi berlinesi, che a me apparivano “sporchi”.

Mi rispose ironico: “siamo in Germania, se fosse sporco ci sarebbe un cartello con il divieto di balneazione”.

Chiaro.

Alghe, terra e anatre non significano sporco.

È la natura…

 

Anatre e folaghe guardinghe al tramonto
Anatre e folaghe guardinghe al tramonto
Annunci

9 pensieri su “Come nascono i laghi di Berlino?

  1. Penso che con il caldo di questi giorni i laghi di Berlino siano davvero una salvezza….io abito proprio a 10 minuti a piedi da Weissensee ma il coraggio di fare il bagno ancora non l’ho avuto…però sì meglio le anatre agli hipster 🙂

  2. non avevo mai messo un piede in un lago prima dell’ anno scorso proprio vicino berlino di ritorno da una gita a saunssouci, e non è stato così orribile come avevo sempre temuto… che stupidaggini i pregiudizi…mi ricorderò della mia breve esperienza passata e del tuo post non appena ritorno nella amata berlino!
    ciao!

  3. L’amico tedesco ha ragione, accipicchia!! Io non faccio il bagno nemmeno al mare, figurati se entro in un lago.. è che avrei paura di bagnarmi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...