La Sassonia per primavera

Già pregustavo il mio bel viaggio in treno verso Dresda quando scopro che, siccome il capolinea è Vienna, mi tocca un treno austriaco con gli scompartimenti. Non mi piacciono gli scompartimenti, probabilmente perché mi ricordano alcuni disastrosi viaggi sulla Roma-Pisa (non che il dignitosissimo EC austriaco abbia nulla in comune con la Roma-Pisa) o semplicemente perché mi sembrano inutili celle.

Ci sono periodi in cui rincorro gli aerei e mi abituo a guardare il mondo in giù, come se fosse una cartina geografica. Stavolta vado in orizzontale, rincorro treni e guardo come un tesoro il mio piccolo mucchio di prenotazioni e la nuova Bahn Card.

Fuori scorre il panorama piatto e quasi disabitato delle campagne del Brandeburgo e della Sassonia. La Sächsische Schweitz è ancora lontana.

Poi arriva un panorama collinare, che mi sembra quello di casa. Finché un agglomerato di Plattenbauten non mi riporta alla realtà.

Il verde della primavera conquista i campi e qua e là esplodono macchie di colori dei fiori.

Mi godo il silenzio dei miei compagni di scompartimento.

A volume bassissimo nelle orecchie risuona Guaranteed. Wind in my hair, I feel part of everywhere
underneath my being is a road that disappeared

Annunci

3 pensieri su “La Sassonia per primavera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...