Una gita a Bremen /1

Brema è stata la mia prima casa in Germania ed è tuttora una città alla quale sono molto affezionata.

Da Berlino non è poi così distante (si raggiunge via Amburgo o via Hannover: generalmente le coincidenze passando per Amburgo sono migliori) e merita sicuramente una visita.

Come Berlino e Amburgo, Brema è una città che è anche regione (Land) insieme alla vicina Bremerhaven, una cittadina nata nell’Ottocento, che vanta un grande porto e ha dato i natali a Hans Scharoun, il geniale autore della Philharmonie e della nuova Staatsbibliothek berlinesi.

Dalla stazione centrale, che ha un aspetto tipicamente tedesco (simile a come doveva apparire la vecchia Anhalter Bahnhof berlinese, prima che le bombe non lasciassero solo il malinconico rudere che si vede oggi), si hanno a disposizione molte linee di tram e bus, tuttavia  il centro storico della città si raggiunge facilmente anche a piedi, attraverso una zona commerciale, dove ci si imbatte nella statua di una scrofa con i porcellini.

Bremen HbfLa prima tappa della visita non può che essere la bella Marktplatz, con il Roland, del quale ho già parlato qui.

Il bellissimo Rathaus, patrimonio mondiale dell’umanità tutelato dall’Unesco, è una delle massime espressioni del gotico della cosiddetta “Weserrenaissance”, il “Rinascimento della Weser”, uno stile architettonico che nacque e si sviluppò in questa zona tra il 1520 e il 1640 (il nome deriva dal fatto che dal fiume Weser veniva estratta l’argilla per costruire gli edifici).

Fu costruito, su un edificio preesistente, all’inizio del 1400 in stile gotico, e arricchito da una facciata nello stile della Weserreinaissance due secoli dopo (le statue sono delle copie: per gli originali bisogna andare al Focke Museum , il museo sulla storia della regione, del quale consiglio la visita a chi vuole saperne di più).

A una occhio attento non sfuggiranno i bassorilievi che vengono scherzosamente chiamati “il Kamasutra di Brema”.

Sotto il Rathaus si trova il ristorante più famoso della città, il Ratskeller, che merita una visita (i prezzi non sono poi alti) e un po’ di trigliceridi.

Se siete coraggiosi provate il “Labskaus” (Original Bremer Seemannslabskaus): carne, pesce, uova e verdure tutto in un piatto, buono per affamati marinai e impegnativo anche per gli appetiti da competizione.

Sedetevi tra le grandi botti e immaginate intorno a voi i mercanti della lega anseatica che contrattano affari davanti a un boccale di birra.

Annunci

8 pensieri su “Una gita a Bremen /1

  1. Anche il mio commento non centra, nonostante Brema meriti assolutamente una visita. Mi fa sorridere l’utilizzo degli articoli. Devi sapere che sono cresciuta in un ambiente italo-tedesco e perciò spesso utilizzavamo da ragazzi una lingua mista. Ma con regole (oggi me ne rendo conto) ben definite. Se utilizzavi un verbo tedesco lo coniugavi in italiano, non poteva succedere assolutamente il contrario. Gli articoli erano spesso in italiano anche se il sostantivo che seguiva era in tedesco, ma utilizzavamo quello corrispondente al sostantivo. Per esempio “der Platz” perciò nella lingua mista da noi utilizzata diventava “il Platz” anche se in italiano si tratta di “la piazza” perciò ha senso dire “la Platz” eppure a noi stonava. Non è mia intenzione correggerti, lungi da me, anche perché hanno senso tutti e due i modi, ma mi ha fatto riflettere. Buona giornata 🙂

    1. Ah, annoso problema anche tra gli expat quassù quello di decidere come fare! Inevitabilmente si finisce per dire “ieri mi sono anmeldato / bewerbato”… “Stasera mangiamo vietnamese”… E quello degli articoli è il marasma peggiore! C’è chi dice IL Fernsehturm ma LA Obermaubruecke o viceversa… Conflitti insanabili! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...