La East side gallery e la scarsa prospettiva storica

So che ciò che sto per scrivere risulterà impopolare. Del resto la mia opinione sulla East side gallery l’ho già esposta.

Il fatto è che sono contenta che si sia fermato lo smantellamento di 23 metri della galleria e anche che il sindaco Wowereit sia d’accordo con il mantenimento della situazione attuale (non che questo significhi che non si costruirà il previsto condominio di lusso).

Quello che mi lascia perplessa è la distorta prospettiva storica di tanti pronti a gridare allo scandalo.

Lo scorso venerdì, giusto quando era esplosa la situazione, sono andata da quelle parti per un finissage di una mostra fotografica, che comprendeva anche le opere della brava Jessica Polar.

Non solo da quelle parti ma precisamente in uno spazio dedicato all’arte all’interno del nhow, ovvero uno dei brutti risultati del progetto Mediaspree, vale a dire la costruzione di nuovi edifici sulle rive della Sprea a Friedrichshain/Kreuzberg. Avevo qualche remora a entrare proprio in questo edificio, che giusto dopo l’inarrivabilmente osceno O2 World è uno dei peggiori. Però la curiosità di vederne l’interno c’era.(*)

Prima di andare al finissage con alcuni amici ho fatto una passeggiata proprio alla Est side gallery, per vedere dal vivo come stavano le cose. Tante parole di indignazione per Berlino che non sa tutelare il suo memoriale del muro. E parole di ammirazione per la bella terrazza sul fiume del nhow e per la capacità dell’edificio di riflettere l’acqua del fiume con la parte sporgente.

Possibile che non ci si renda conto che l’hotel nhow è l’equivalente del condominio di lusso che stanno costruendo ora? Non fosse bastato questo, alcuni degli indignati per la violazione della East side gallery non conoscevano il vero memoriale del muro, ovvero la Gedenkstätte Berliner Mauer.

Forse perché ha questo cacofonico nome tedesco e non un turistico nome inglese. Forse perché lì il muro non è coperto di bei dipinti ma è scabro, mostra l’anima di metallo, la realtà della fascia della morte e il grigiore assurdo della divisione, con due quartieri limitrofi ridotti a essere due nazioni diverse.

Al che mi sono immaginata tra 10 o 20 anni dei nuovi ventenni, appena sbarcati a Berlino con le migliori intenzioni, che andranno a qualche vernissage in uno spazio per l’arte ricavato nel condominio di lusso in costruzione, che troveranno un posto cool, con la bella vista sul fiume e sui disegni della East side gallery. Ecco, non mi resta che sperare di vederli arrivare lì a piedi o in bici grazie alla rinata Brommybrücke, e che sappiano cos’è la Gedenkstätte Berliner Mauer.

(*) Per chi avesse dei dubbi anche all’interno l’hotel nhow rivela quanto di peggio immaginabile. Lo spazio per l’arte è lasciato con le pareti a cemento, come a fingere l’aria da loft vagamente maudit, o a scimmiottare spazi tipo il defunto tacheles. Poi basta varcare due porte antincendio per raggiungere il caffè e la reception dell’hotel, uno dei posti più pacchiani mai visti, un habitat perfetto per ricchi dotati di sufficiente cattivo gusto da amare uno sfarzo pseudo-moderno. Sarà difficile per il condominio di lusso raggiungere queste vette di kitsch.

Annunci

6 pensieri su “La East side gallery e la scarsa prospettiva storica

  1. …e io che pensavo che la Brommybrücke l’avessero abbattuta intenzionalmente per via del suo nome orribile…
    p.s. Che bello il nuovo layout, con l’immagine “di testa” a lato (e quanto mi piace di più l’immagine nuova).

    1. sono contenta che ti piaccia! per me è stato un colpo di fulmine questo layout. e finalmente la struttura verticale mi ha permesso di mettere in primo piano la torre, prima relegata a comprimario del Reichstag!

  2. Pingback: berlino101

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...