Nuova vita al vecchio per costruire il nuovo

Quando si parla di riciclo e rifiuti raramente si fa riferimento a un problema “ingombrante” nella gestione del vecchio: i materiali da costruzione.

Perché se un abito che non mi va più di indossare viene venduto a chi ne vuol ancora fare uso, questo non dovrebbe valere, per esempio, anche per le porte e finestre di casa mia?

Su questa semplicissima idea in Germania è nata una borsa di materiale edile usato. Come punto di riferimento c’è un sito (in tedesco)  nel quale si possono trovare tutte le informazioni del caso.

Anche Berlino e il Brandeburgo hanno la loro parte e un sito dedicato. Responsabile ne è la signora Brita Marx proprietaria di una ditta di smaltimento.

A Luckenwalde, una sessantina di chilometri a sud di Berlino, oltre a occuparsi dei materiali pericolosi come l’amianto, Brita Marx ha messo su la borsa berlinese dei materiali usati e 2000 mq di superficie nei quali sono esposti mobili antichi, libri e pezzi da costruzione.

L’importanza del progetto non è solamente quella di riciclare invece di buttare e contribuire così alla salvaguardia dell’ambiente. Nel caso in cui ad essere restaurato sia un edificio storico, la possibilità di reperire pezzi antichi originali è fondamentale.

Inoltre, soprattutto a Berlino, vedo continuamente vecchi palazzi poco funzionali demoliti e ricostruiti (cosa che vedo invece molto raramente a Roma, dove si continua a costruire palazzi nuovi senza mai demolire vecchi orrori – ai quali spesso se ne aggiungo nuovi). Talvolta sono sostituiti da palazzi modernissimi diversi dai precedenti ma in qualche caso il nuovo somiglia molto al vecchio, pur avendone eliminato i difetti strutturali, e in tal caso poter utilizzare elementi passati, consente di mantenere una continuità stilistica con il resto del quartiere.

Ma la vera scoperta è che nelle giuste mani i vecchi materiali da costruzione possono dare vita a opere originalissime a basso costo e a basso impatto ambientale.

Ignoro se qualcosa del genere esista anche in Italia.

Se, come temo, non esistesse, questa sarebbe sicuramente una bella idea da copiare.

Annunci

2 pensieri su “Nuova vita al vecchio per costruire il nuovo

  1. Ehilà ma noi qui lo facciamo già da tempo usando l’amianto e altri materiali per pavimentare le strade! Una tecnologia innovativa che spesso esportiamo anche all’estero, inoltre li usiamo anche per garantire stabilità alle fondamenta dei palazzi.

    Davvero ci sono 2000mq di archeologia urbana usata?? Mi piacerebbe vagarci dentro anche solo per guardare!

    1. Qui non hanno ben capito e l’amianto si preoccupano di smaltirlo invece di respirarselo bene. Purtroppo all’esposizione ancora non sono andata di persona: dev’essere una meraviglia di mobili, cornicioni, pavimenti, porcellane e finestre. Prima o poi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...