Il folletto tra gli elfi

Che ci sia un filo conduttore? Per presentarmi ho usato le parole dell’onesto folletto Puck, quando è uscito ho definito il libro su Berlino un folletto nel marasma romano, e ieri mi sono trovata a presentarlo in un bel caffè letterario, molto gemütlich, pieno di riferimenti a elfi folletti e fate.

Ma l’incanto più bello è stato veder arrivare così tante persone e così tanti amici da non avere più spazio. Posti in piedi e davanti a me un pubblico di occhi curiosi e sorridenti. Cosa sperare di meglio?

Non so se c’è veramente un filo conduttore ma la folla affettuosa presente ieri in quel posto incantato, mi fa pensare che, per quanto potrà essere in salita e faticosa, la vita è una strada che va percorsa con impegno e con i passi leggeri di un folletto.

Quando arriverà il dubbio con la sua corte di critiche e polemiche, ripenserò alla giornata di ieri e spazzerò via la sua polvere dalla soglia.

101berlino1

Now are frolic; not a mouse
Shall disturb this hallow’d house:
I am sent with broom before,
To sweep the dust behind the door.

 —

101berlino2101berlino3101berlino4101berlino5(Ringrazio Paolo per le foto)

Annunci

3 pensieri su “Il folletto tra gli elfi

  1. Cara Chiara il folletto, è stato davvero un grande piacere ospitarti ad Aquisgrana, angolo di terra di mezzo nel cuore di Roma, dal quale, grazie a te,al tuo amore per Berlino, l’adolescente città gioiosa e variopinta, scapigliata, giocosa, folle, dove tragedia e leggerezza, ferita e guarigione trovano sintesi inaspettate e sorprendenti, siamo magicamente volati tra le sue vie, sopra il suo cielo, in un viaggio del cuore, del pensiero, della fantasia, del ricordo e per questo ancor più vero e profondo!
    “L’amore non guarda con gli occhi ma con l’anima, perciò l’alato Cupìdo viene dipinto bendato.
    Il pazzo, L’amante, Il poeta: tutti e tre sono composti sol di fantasia” sogno di una notte di mezza estate (atto V, scena I)

  2. Ieri sera tornato a casa con il mio libro dedicato e mi sono subito tuffato nella lettura. Ho letto solo 14 dei 101 capitoli, e il “folletto” mi ha già preso per mano e io mi sto facendo accompagnare volentieri nella visita più curiosa che abbia mai effettuato nella mia vita. Ho il presentimento che questo libro non finirà di accompagnarmi con la visita di Berlino, perché finita la sua lettura dovrò rivisitare le città già viste (compresa Roma) con nuovi occhi, quelli della curiosità per il particolare che facendo capolino fra i grandi monumenti e tracce della storia, ti chiama e ti invita a rincorrerlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...