Il gioco di Aldo Rossi per il Quartier Schützenstraße

Aldo Rossi

Lesene, archi, volte a crociera, e un motorino davanti… Roma? No, Berlino.

E più precisamente il Quartier Schützenstraße di Aldo Rossi del 1994-1997, un quadrato di palazzi molto colorato e variegato, con inserita una citazione romana ispirata a Palazzo Farnese, a pochi passi dal Checkpoint Charlie.

Schützenstraße

Aldo Rossi giocava con gli archetipi e sulle facciate multiformi del quartiere si susseguono blocchi che sembrano fatti con il lego, mescolati a (false) facciate antiche, in un insieme giocoso che non manca di una sua armonia.

A Rossi

Un gioco che è anche divertente e tuttavia non mi convince. Sarà perché proprio non amo l’architettura postmoderna. Questo complesso – che peraltro è vicino ai grattacieli di Spittelmarkt, edifici che mi creano sempre un certo imbarazzo – strappa un sorriso e ha impresso una impronta forte alla zona, dove figurano anche palazzi insulsi tipo il “Checkpoint Plaza” (che ospita l’altrettanto inutile Museo della Currywurst).

Checkpointplaza
Checkpoint Plaza

Ma la bellezza è altro: basti pensare alle Galeries Lafayette di Jean Nouvel, poco distanti e coeve. L’eleganza a raffinatezza di questo edificio, con giochi di specchi e coni di luce, è tale da far impallidire le delicatezze culinarie e la moda al suo interno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...