Il trasloco del C/O e una nuova ombra su Oranienburger Straße

Da tempo si sapeva che il C/O stava cercando una nuova sede.  Ora l’annuncio è ufficiale: il trasloco avverrà nell’autunno del 2013 e la nuova sede, almeno per i prossimi 16 anni previsti dal contratto, non sarà più a Mitte ma a Charlottenburg, più precisamente vicino alla stazione Zoo, nell’Amerika Haus, che sarà rinnovato nel frattempo, con il fine di riportarlo alla forma originale.

Una bella notizia per il C/O che organizza importanti mostre di fotografia e nella nuova sede sarà vicino alla Helmut Newton Stiftung.

Una brutta notizia per Mitte. Tanto più che il futuro dell’edificio che ospita attualmente il C/O, il Postfuhramt, non è chiaro. Si sa che è stato acquistato ma non si sa per farne cosa. Con molta probabilità si tratterà di appartamenti o di un albergo.

Tutto ciò a poca distanza dal Tacheles, la cui chiusura ha già impoverito e rattristato questa zona, che rischia di perdere buona parte di quel fascino che ora sta attirando gli speculatori, proprio per colpa di questi ultimi, in una spirale perversa.

Non bisogna dunque lasciarsi sfuggire l’occasione di visitare ora il bel Postfuhramt, con le sue scale dagli intonaci scrostati, la bellissima sala che è un’ex palestra e nella quale sembrano ancora risuonare i suoni stridenti di una partita a basket.

Oranienburger Straße vista dall’alto: a destra la cupola del Postfuhramt, subito dietro quella della Sinagoga; a sinistra l’inconfondibile edificio del Tacheles (con la scritta “How long is now”)
Oranienburger Straße vista dall’alto: a destra la cupola del Postfuhramt, subito dietro quella della Sinagoga; a sinistra l’inconfondibile edificio del Tacheles (con la scritta “How long is now”)

Il nuovo edificio delle edificio delle poste fu costruito, laddove sorgeva il Postillionhaus, da Wilhelm Tuckermann su un progetto di Carl Schwatlo tra il  1875 e il 1881, quando l’aumento di scambi di lettere portò a una richiesta di un numero maggiore di cavalli per le consegne (che l’edificio ospitasse anche delle stalle e non solo gli uffici, lo si può immaginare meglio guardando il cortile interno da Auguststraße).

Nelle 26 formelle circolari che adornano le finestre del piano terra sono rappresentati i personaggi storici che in qualche modo sono legati alla comunicazione. Tra i 25 ancora presenti (uno è stato distrutto durante la guerra), a parte alcune personalità legate alla storia delle poste prussiane e in genere tedesche, figurano Dario I di Persia, Erodoto, Marco Vipsanio Agrippa, Marco Polo, Johann Gutenberg, Cristoforo Colombo, Copernico, Galvani, James Watt, Alessandro Volta, Carl Friedrich Gauss, Benjamin Franklin, George Stephenson, Hans Christian Ørsted, Samuel F. B. Morse, Werner von Siemens, Carl August von Steinheil, Gustav Robert Kirchhoff e, ovviamente, Alexander von Humboldt, che abitò proprio qui davanti – sebbene quando qui sorgeva il vecchio Postillionhaus, che nel 1769 veniva descritto in un libro di Friedrich Nicolai sui palazzi di Berlino e Potsdam, come un edificio massiccio di due piani, con un grande cortile, nel quale abitano molti “postiglioni”, ovvero addetti alla consegna delle lettere, e si trovano anche i cavalli e i carri destinati al servizio postale, in una strada ricca di bei giardini.

250 anni dopo la testimonianza di Nicolai, come verrà descritta Oranienburger Straße? Resterà forse solo la Sinagoga come punto di interesse?

Annunci

3 pensieri su “Il trasloco del C/O e una nuova ombra su Oranienburger Straße

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...