L’arte di strada in piscina

Da giovedì 13 e fino al 16 dicembre avete ancora tempo per andare a vedere una mostra molto interessate a Berlino. Si tratta della mostra-mercato (le opere possono essere anche acquistate) Stattmarkt presso lo Stattbad di Wedding.

Confesso di esserci andata soprattutto per il luogo: una ex piscina comunale (Stadtbad, dal quale il gioco di parole alla base del nome, con la sostituzione di “Stadt”, cioè città, con “statt”, cioè “anziché”) riutilizzata ora in genere come club (per la cronaca: è qui che dopo il primo concerto berlinese Caribou e Thom Yorke hanno passato il resto della notte divertendosi a fare i dj).

Lo spazio espositivo è effettivamente molto bello e da solo varrebbe la visita ma ho dovuto rivedere il mio pregiudizio e se ora consiglio caldamente di non perdere la mostra è anche per le opere esposte.

Inquietanti e perturbanti le creazioni di “Vermibus” che scioglie con l’acido e modifica le stampe pubblicitarie in giro per la città (e spesso le reinstalla nei cartelloni luminosi). Poetiche e raffinate le immagini di inchiostro su metallo arrugginito, giusto a fianco del celebre volto che troneggia sul muro laterale del Tacheles, di YZ.

Stattmarkt

Ci sono anche gli scanzonati sorrisi di Prost, ben riconoscibili in giro per la città, le scritte di SP 38 (quello di “escape” e di “I don’t wanna be u’re friend on face-book”) e i meravigliosi bambini di Alias.

Il tutto con una cura nell’esposizione di primo livello.

Alias Stattbad

E giusto il tempo di chiedersi che senso abbia e se abbia un senso prelevare l’arte di strada dalla strada per esporla in uno spazio chiuso – seppure in questo incredibile spazio chiuso che a sua volta è quasi un’opera d’arte – che si scopre la presenza di opere realizzare appositamente per lo Stattbad, in quella che un tempo era forse la sala macchine della piscina.

Nella vera e propria vasca che un tempo ospitava bracciate e tuffi, merita la menzione l’installazione di Markus May & Moritz Arnold, che avrei visto bene all’ultima dOCUMENTA.

Il biglietto (o meglio il timbro sul polso) di ingresso costa 5 euro (3 per chi ha meno di 25 anni, è studente o disoccupato). L’annesso Stattbar è perfetto per un pausa prima o dopo la mostra (sebbene l’orario di chiusura sia lo stesso della mostra, e anche quando il sabato lo Stattbad torna ad essere anche un club, il bar chiude alle 19 per riaprire poi solo a mezzanotte).

Annunci

3 pensieri su “L’arte di strada in piscina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...