Berlino gratis

Ho deciso di aggiungere una nuova categoria, che raccoglierà le indicazioni sulle cose da fare gratis a Berlino.

Ad esse si è già collegata anche la visita della bella Villa Lemke e va da sé che tutte le escursioni in bicicletta sono a costo solo di un po’ di fatica.

L’idea mi è venuta da quando ho preso parte a una visita guidata gratuita nel museo Hamburger Bahnhof, della quale mi riprometto di parlare presto.

Però la prima cosa per inaugurare la categoria su Berlino gratis non può che essere l’uso di regalare libri, oggetti e mobili, diffusissimo in città.

Non c’è solo il celebre albero del bookcrossing vicino Kollwitzplatz – tre tronchi uniti, nei quali si aprono delle piccole finestre nelle quali è possibile lasciare o prendere dei libri – ma in ogni quartiere capita di trovare oggetti abbandonati con il cartello “zu verschenken” “in regalo”. Chiunque può prenderli, se vuole, e nessuno si fa lo scrupolo di accettare, se trova l’oggetto in questione bello o utile. Perché nessuno vede in questo una cosa “da poveracci”, come sarebbe, ad esempio, a Roma, ma il giusto modo per dare nuova vita a cose che non sono così rovinate da meritare di prendere parte all’accumulo dei rifiuti, e sono abbastanza buone da trovare una nuova sistemazione.

Nella mia via, non so perché, ma è stato eletto a punto di scambio il davanzale di una finestra a piano terra. Qualche volta ho preso dei libri solo perché stava per piovere e ho pensato di ricoverarli a casa per poi portarli proprio a Kollwitz.

Ma l’episodio più divertente per me è stato uno scambio con la mia vicina. Un giorno è apparsa una vecchia libreria sul pianerottolo con il cartello “io sarò presto via! O in regalo”. A me serviva giusto una nuova libreria e quella mi piaceva, per non parlare dell’idea di averla già sul pianerottolo, senza dover fare i piani di scale magari con l’ennesimo esemplare ikea. Ho messo a mia volta un cartello in cui spiegavo che l’avrei presa volentieri. A sera rincasando ho trovato un foglio con scritto “benissimo! è tua”. Non mi è restato altro da fare che portare dentro la libreria e lasciare dei fiori e dei cioccolatini sulla porta della vicina.

Fosse sempre così facile la vita.

Annunci

5 pensieri su “Berlino gratis

  1. una volta , dopo innumerevoli ricerche di mobili in stile svedese degli anni 50 , peraltro costosissimi , trovo per terra un mobile …no anzi IL mobile che cercavamo….era per strada , ma nessuno lo voleva perché si trovava coricato su un fianco , non so , forse non era parallelo al muro . Sta di fatto che prendo questo mobile meraviglioso e scopro di aver sisogno diuna carriola per non dovermi ritrovare con ernie multiple ( essento questa lunga cassettiera in legno massello!) . Chiedo ad una negoziante una carriola per il trasporto e lei non solo me lo presta senza fare troppe storie, ma mi racconta che quello era il mobile che aveva appena gettato dal suo negozio. Il tutto senza rancori del tipo ” ahh ma quello era il mio mobile se vuoi te lo vendo ” . Ed aggiunge, anzi se vuoi ti regalo anche i divani che ho dentro il negozio. Non aggiungo altro. ;D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...