Mies van der Rohe Haus (Villa Lemke)

Anche i turisti appassionati di architettura spesso non sanno che a Berlino è possibile visitare gratuitamente l’ultima casa costruita da Mies va der Rohe in Germania, prima di emigrare in America.

Si tratta di una piccola casa sul lago Obersee, a nord di Berlino, vicino Weißensee ma già nel quartiere Hohenschönhausen (nel Bezirk Lichtenberg), progettata nel 1932, quando Mies era direttore del Bauhaus.

Obersee

Fu commissionata da Karl und Martha Lemke che vissero qui fino al 1945.

Si tratta di un edificio di un solo piano (anche se inizialmente erano previsti due, poi ridotti) a forma di L, con poche stanze e grandi vetrate di affaccio sul giardino verso il lago.

Villa Lemke vista dal giardino affacciato sul lago

I mobili originali, che oggi si trovano al Kunstgewerbemuseum berlinese (nel Kulturforum), furono progettati da Mies e Lilly Reich, all’epoca sua compagna e collaboratrice. In ogni stanza venne adottato un tipo di legno differente: limone per la camera da letto, ebano per lo studio.

Karl Lemke, amante dell’arte e proprietario di un rinomato e apprezzato stabilimento di arti grafiche a Friedrichshain, chiese all’architetto una piccola casa modesta che potesse aprirsi verso il giardino nelle belle giornate.

E così fu per i ricevimenti di Lemke per i clienti della sua tipografia, che erano spesso artisti, direttori di musei e di gallerie.

Finché nel 1945 l’Armata Rossa requisì la casa per usarla come garage.

All’epoca in cui Berlino era divisa dal Muro, la casa, su territorio della DDR, venne usata dalla Stasi come deposito e poco più, con le conseguenti modifiche all’edificio e al giardino. Solo nel 1977, grazie all’impegno di Lemke, si giunse a dichiararla monumento storico e nel 1990, dopo la caduta del Muro, divenne proprietà comunale.

Oggi ospita mostre, manifestazioni culturali e conferenze (spesso sul suo geniale autore).

A colpire all’inizio è certamente la dimensione ridotta dell’edificio e la sua armoniosa essenzialità, purtroppo un po’ soffocata dagli edifici vicini. Semplici pareti di mattoni rossi e grandi vetrate, il tutto perfettamente intonato con la quieta eleganza del lago.

Villa Lemke vista dal lago

La Mies van der Rohe Haus si trova a Oberseestraße 60.

Per ulteriori informazioni c’è un sito ufficiale.

Si hanno a disposizione vari tram (M5, M4, 27, ma anche M13 e 12 non fermano troppo distante).

Altrimenti in bicicletta si può proseguire oltre Weißensee fino ai laghi Orankesee e Obersee.

Obersee

A poca distanza su Buschallee, Trierer Straße e Gartenstraße alcuni complessi abitativi sono opera di Bruno Taut dei primi anni Venti (quello di Trierer Straße fu ispirato dal pittore espressionista Karl Schmidt-Rottluff), commissionati da Gehag, ente di case popolari.

Tanto per ricordare che la buona architettura è al servizio anche del pubblico.

Annunci

3 pensieri su “Mies van der Rohe Haus (Villa Lemke)

  1. mi fai tornare in mente i tempi delle lezioni universitarie: la vera genialità di Mies e la crassa ignoranza di uno dei miei prof. del tempo (posso pure citare il nome, Rosario GIGLI) che diceva “nonno” invece di “non” e “camionno” invece di “camion”, le tirate interminabili che ci propinava, eppure non è riuscito a farmi odiare queste architetture. Certo che se alcuni asini si sciacquassero la bocca, prima di paragonarsi a certi maestri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...